vuoto
vuoto
vuoto


Progetto Piano,
alcuni interrogativi sottolineatura

nuovo progetto Piano e Pegli Giovedì 16 giugno il quotidiano la Repubblica, nell'edizione genovese, ha pubblicato una fotografia del progetto Piano aggiornato.

Le modifiche riguardanti lo specchio acqueo antistante Pegli presentano interessanti cambiamenti ma sollevano alcuni interrogativi.

Nell'angolo sud-est della diga del porto di Voltri verrebbe praticata un'apertura di ridotta larghezza e sul tratto orizzontale della diga stessa sarebbero collocati due attracchi per le petroliere. Poco più a nord, sempre orizzontalmente, la diga proseguirebbe verso ovest, costituendo uno stretto canale d'accesso al porto.

Gli interrogativi riguardano proprio la realizzazione di questo stretto canale. Se gli attracchi interni serviranno solo in caso di maltempo, sembra improbabile che si costringano le petroliere a manovrare con il mare mosso in un canale così stretto. Appunto il nuovo tratto orizzontale della diga poco più a nord lascia intendere che sia nota l'esistenza di correnti da est verso ovest attraverso l'apertura progettata e dirette verso gli attracchi per le navi portacontainer.

Oltretutto le petroliere rimarrebbero esposte durante la manovra d'attracco e scarico a correnti di poppa in un canale che essendo uno stretto restringimento potrebbe aumentarne notevolmente le velocità. Non è azzardato pensare che per proteggere le navi dal frangersi delle onde, si renda necessario aumentare l'altezza del tratto di diga trasformata in molo.

Per valutare il progetto si rimanda alla foto inserita ad inizio pagina. fine

Ghe.Ra.


vuoto